Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes
Picchio Classic Road Bike 1980s - Steel Vintage Bikes

Road Bike classica Picchio degli anni '80

  • Bici venduta
Sold for over € 1000,00 to Germany on 4/17/16.

Beschreibung


Nel Novecento Torino era un vero e proprio luogo di ottimi telaisti, a volte poco conosciuti al grande pubblico. Gli esperti, però, fanno una certa occhiata quando sentono il nome di umili maestri come Angelo Pelà, Corrado Paratella - e Angelo Picchio.
Angelo Picchio lavorò per la prima volta per Ernesto Francese nel 1931, quando aveva solo undici anni. Successivamente lavorò per Benotto prima di dover prestare servizio in guerra. Successivamente ha iniziato a costruire i propri telai e ovviamente ha pedalato un po' da solo. Si racconta che Picchio una volta percorse la Milano-Torino assieme a Fausto Coppi.

I telai Picchio divennero presto famosi tra i ciclisti professionisti, inclusi i vincitori del Tour De France, del Giro d'Italia e dei Campionati del mondo. Tutti i suoi telai sono stati costruiti da lui stesso, Giuseppe Pelà o Francesco Trentin, che in precedenza era stato meccanico della squadra Torpado.
Le biciclette Picchio erano progettate all'avanguardia con dettagli molto tipici. Aveva ritagli molto intriganti sulle anse dei suoi modelli, ispirati alle antiche sculture in legno piemontesi del tardo medioevo. Il che è anche piuttosto divertente perché Picchio significa picchio in italiano, un uccello che modella il legno!
Le corone delle sue forcelle spesso portano il suo nome sui coprisella degli anelli olimpici, anche sui primi telai. Picchio fu infatti il ​​primo che, insieme a Pelà, iniziò ad incidere i dettagli sulla cornice.
Questo modello testimonia la maestria di Picchio nella costruzione del telaio. Realizzato in Columbus SL tubes, ha uno stile pulito ma raffinato. Il pezzo forte sono sicuramente le anse cromate che riportano fini incisioni, così come la corona a forcella con gli inconfondibili anelli olimpici.
Dal punto di vista tecnico, questa bicicletta da strada è equipaggiata con il miglior gruppo disponibile al momento: a Campagnolo Superregistrazione!
Possiedi e guida un pezzo di storia. Altamente collezionabile!


Rahmengröße


Rahmenhöhe (Center-Top)50 cm
Oberrohr52 cm
Steuerrohr8.5 cm
Standover 76 cm


Details

MarkePicchio
Schaltwerk
Umwerfer
SchalthebelCampagnolo Record
Bremsen
Bremshebel
Steuersatz
KurbelCampagnolo Super Record 170mm - 52/42
InnenlagerCampagnolo Record
Sattelstütze
SattelSelle San Marco Rolls
NabenCampagnolo Record
FelgenNisi 700C tubulars
ReifenSchwalbe Montello 700C tubular
Vorbau3ttt 70mm
Lenker3ttt 400m
KetteNOS chain
PedaleNicht inklusive


Potrebbe piacerti anche