MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&
MBK Robert Millar&

MBK Robert Millar Pursuit Bike Team Fagor

  • Bici venduta
Sold for over € 1000,00 to United Kingdom on 10/17/16.

Beschreibung

Nel 1987, il squadra ciclistica professionistica Fagor ha deciso di formare una nuova équipe attorno alla superstar dell'anno, Stefano Roche. Quell'anno era riuscito a vincere i Campionati del Mondo, il Tour de France e il Giro d'Italia!
A Roche fu permesso di scegliere diversi corridori e membri della squadra di sua scelta per completare lo staff per il 1988. Tra loro c'era un uomo che al Giro lo aveva protetto dagli attacchi rabbiosi dei tifosi italiani - che volevano che il suo compagno di squadra Visentini vincesse la classifica - correndo al suo fianco. Quell'uomo lo era Roberto Millar.
Il ciclista di Glasgow era noto per essere un tipo solitario e con cui non era facile fare amicizia, ma anche per essere uno dei ciclisti più talentuosi che la Gran Bretagna abbia mai avuto. In effetti è stato l'unico pilota britannico che è riuscito a salire sul podio in tutti e tre i tour principali e il pilota di maggior successo nella classifica del Tour de France! Questo finché Bradley Wiggins non cambiò la situazione.
Avrebbe vinto anche la 40esima Vuelta d'Espana nel 1985, se non fosse stato per una famigerata collaborazione di corridori che permise a Pedro Delgado di strappare quella vittoria a Millar.
Eppure, alla fine della sua carriera, lo scozzese aveva vinto la competizione del re delle montagne: il Tour de France e il Giro, diverse tappe incredibili e difficili, titoli nazionali, il Tour of Britain e molto altro ancora.
Nel Team Fagor, tuttavia, lo splendido gruppo di corridori di cui faceva parte, non riusciva sotto ogni aspetto a tenere il passo con le grandi aspettative durante i grandi giri, soprattutto perché Roche soffriva di problemi al ginocchio e i corridori britannici avevano qualche conflitto con il team gestione. Tuttavia hanno mostrato parecchia della loro classe.
Sean Yates riuscì ad esempio a vincere la cronometro individuale del Tour de France con una velocità media che allora era stata la più veloce nella storia del Tour. La bici che lo ha reso possibile è il risultato della grande collaborazione tra MBK e uno studio francese specializzato nella costruzione di telai.
Una di quelle bici del team è quella che vi presentiamo qui: La bicicletta da inseguimento di Robert Millar dal 1988.
Il telaio è una scultura sottile ed elegante con la torsione extra di un tubo sella diviso per irrigidire il movimento centrale e accorciare l'interasse. Come gruppo serve un servizio completo Campagnolo C-Record ad eccezione della sala montata. Le ruote sono Mavic con niente di meno che i rarissimi cerchi Mavic CXP 25!
Per completare questo dolce pezzo di storia del ciclismo, viene fornito con la borsa da bici originale Fagor.
Sì, giusto, è davvero fantastico.


Rahmengröße


Rahmenhöhe (Center-Top)55 cm
Oberrohr51 cm
Steuerrohr8 cm
Standover cm


Details

MarkeMBK
Schaltwerk
Umwerfer
SchalthebelCampagnolo C-Record
Bremsen
Bremshebel
Steuersatz
KurbelCampagnolo C-Record; 175mm; 53/42
InnenlagerCampagnolo C-Record
Sattelstütze
SattelSelle San Marco Rolls
NabenMavic; 12-17t
FelgenMavic CXP 25
ReifenVittoria Servizio Corse Crono CL; Wolber Podio
VorbauCinelli; 105mm
LenkerCinelli; 42cm
KetteNOS chain
PedaleNicht inklusive


Potrebbe piacerti anche