Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes
Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975 - Steel Vintage Bikes

Rik Van Looy Champion du Monde Rare Road Bike 1975

  • Bici venduta
Sold for over € 1000,00 to United States on 7/19/17.

Beschreibung

Il 37enne Rik Van Looy stava facendo un giro di allenamento durante il quale ha incontrato un gruppo di altri professionisti. Chiese loro dove fossero diretti e loro gli dissero che sarebbero andati a fare un giro nelle Ardenne. Van Looy rispose:"Bene, allora tornerò a casa e appenderò definitivamente la bici al muro." - E così fece.


Così senza pretese fu la fine della carriera del ciclista di maggior successo del suo tempo.
Ha organizzato solo una festa a casa in cui tutti gli invitati potevano portare con sé tutto ciò che voleva legato al ciclismo. Tutti i cimeli sono stati portati fuori dalla porta.
Nella sua casa rimase l''Imperatore' in pensione, il 'Re dei Classici' con la sua amata moglie e i suoi figli.
Da quel momento in poi fu molto riluttante a parlare molto della sua carriera e quando la sua biografia fu pubblicata alcuni anni fa, non vi aveva contribuito nemmeno con una intervista o una parola.
Eppure mostrava ancora interesse per il progresso della famosa Scuola ciclistica fiamminga.


La lunga storia di successo di questo prodigio della pedalata sarebbe troppo lunga per essere riassunta in poche righe. Quindi dobbiamo farla breve: è stata la prima persona a vincere tutti e cinque i Monumenti ciclistici. Due volte campione del mondo. Campione belga in diverse discipline. Vittorie di tappa in tutti i grandi giri. E così tante vittorie in gare che solo Eddie Merckx è riuscito a surclassarlo in seguito.


Allora come mai esiste una bicicletta di Rik Van Looy del 1975, quando aveva già lasciato il circo da alcuni anni e non era il tipo di persona che avrebbe creato il proprio marchio?
C'è una risposta piuttosto sorprendente: Colnago ha realizzato una manciata di biciclette Rik Van Looy a metà degli anni '70. Più tardi, nel 1980, fecero la stessa cosa per Roger de Vlaeminck. Ma poi era più vicino a un Colnago Super e mostrava anche i ritagli delle mazze.


Il nostro Rik Van Looy Champion du Monde del 1975 si differenzia dalle bici Colnago standard in molti dettagli. Sì, ci sono alette e ritagli Prugnat dove ti aspetteresti che fossero su un Colnago Super dello stesso periodo. Anche la corona della forcella mostra alcune somiglianze. Anche i tubi principali e i forcellini sono gli stessi e la geometria è copiata.
Ma le alette sono disegnate più a lungo. La scatola del movimento centrale è diversa, così come i cappucci dei foderi verticali. Questi ultimi necessariamente perché i foderi posteriori sono molto più robusti. Una caratteristica che potrebbe essere interessante per le strade acciottolate del Belgio o per i ciclisti più forti. Di conseguenza, il ponte del freno posteriore è stato saldato in modo più forte.


Ciò che dà al Champion du Monde quel tocco speciale, sono i piccoli elementi decorativi. Ci sono graziosi ritagli di diamanti sulla corona della forcella, sul capocorda inferiore e sotto il movimento centrale.
I pantografi Van Looy sono presenti sul reggisella, sull'attacco manubrio e sulle leve dei freni. Il reggisella e l'attacco manubrio sono inoltre fresati e verniciati con i colori belgi.


Questa bici è sicuramente tanto bella quanto rara.
Controllato, revisionato e pronto all'uso, adatto per collezioni o eventi ciclistici vintage.



Rahmengröße


Rahmenhöhe (Center-Top)56 cm
Oberrohr55 cm
Steuerrohr13 cm
Standover 81 cm


Details

MarkeRik van Looy
Schaltwerk
Umwerfer
SchalthebelCampagnolo Record; milled
Bremsen
Bremshebel
Steuersatz
KurbelCampagnolo Nuovo Record; 172.5mm; 53/42
InnenlagerCampagnolo Record
Sattelstütze
Sattel3ttt
NabenCampagnolo Record high flange; 6-Speed freewheel 14-24
FelgenFiamme; 700c tubular
ReifenContinental Giro; 700c tubular
Vorbau3ttt Record; 100mm; milled, pantographed; Belgian colours
Lenker3ttt Superleggero; 40cm
KetteNew YBN hard-plated
PedaleNicht inklusive


Potrebbe piacerti anche